Vedere video con la Raspberry pi dalla riga di comando


Stasera mi piacerebbe vedere un bel film in tv, uhm, non fanno nulla d’interessante.
Be’ allora opterò per un film, ma ho da fare al computer e il televisore è troppo lontano per attaccare il pc…
Idea! Perché non usare la raspberry ?

Ah, non ho una tastiera usb a portata di mano ed anche se fosse, non ho voglia di alzarmi per gestire il film. Però a pensarci bene ho settato la mia raspberry pi in modo tale da avere un indirizzo statico, il server ssh attivo e la raspbian customizzata a dovere per non dover collegare una tastiera fisica al dispositivo ma non ho X attivo né configurato; dalla linea di comando entro via ssh e faccio quello che mi pare, ma come li vedo i film!?

Questo dubbio mi ha attanagliato per un po’, mi chiedevo:

  • Se non ho il server X attivato e/o se non scrivo direttamente dalla raspberry con la tastiera fisica come posso guardarmi un film sul mio televisore senza troppi problemi ?

La risposta è arrivata dopo un paio di ricerche.

Se avete una raspbian e volete vedere video con la raspberry pi dalla riga di comando, comodamente dal vostro pc vi basterà usare il software: omxplayer
Questo software già presente sulla raspbian vi permette di farlo.

Collegate all’uscita hdmi il vostro televisore, entrate via ssh e scegliete il video da vedere e digitate: omxplayer -r -o hdmi <video>

Vedrete spuntare l’immagine sul vostro schermo, anche se non c’è X attivo, se non avete configurato il DE/WM o qualsiasi altra cosa che riguardi la parte grafica.
Io per sicurezza tramite rpi-config ho dato alla gpu più memoria rispetto ai 64 di default così da non esserci problemi in caso di film esosi.

Nulla di complicato, l’opzione -o dice al software di redigere l’audio verso l’hdmi, l’opzione -r dice al software di adattare il video alla risoluzione dello schermo e in caso vi servissero maggiori info l’opzione -h arriva in vostro soccorso. Così potrete godervi i vostri film senza usare roba troppo complicata come XBMC o altri gestori multimediali.

Saluti, Dlion