Unipa is falling down falling down falling down...


Preludio della fine

Unipa, anno 2012, test d’ingresso per la facoltà di scienze informatiche.

Il test prevede oltre alle solite domande di logica, matematica, fisica, etc. anche 15~ domande d’inglese di livello A1 al superamento delle quali Unipa mi avrebbe convalidato la MATERIA Inglese da BEN e dico BEN 3CFU.

Unipa è una uni bella

Direte voi:

Vabbè è un test d’ingresso, durante la tua carriera universitaria avoja d’inglese che farai, stattebbono!

Unipa, tramite il CLA effettua dei corsi pre-iscrizione di livello A1 così da consentire a tutti di potersi preparare, fantastico, no? Ok è un A1, livello scuola elementare che Masha&Orso levatevi ma è comunque utile, no?

Inoltre, se ho un certificato posso letteralmente skippare tutta la procedura e farmeli convalidare senza passare dal via, fantastico!

Open your eyes

Avendo esperienza nel settore so bene quanto l’inglese sia fondamentale così prima di subito mi attivo per cercare materie a scelta da poter inserire nel mio pian-ah, mi state dicendo che non posso più inserire materie “Inglese” anche se di livello avanzato nel mio piano di studi? E se volessi comprovare le mie abilità ling-ah, devo prendere un certificato apposito al CLA tramite esame a pagamento che le mie tasse universitarie non coprono. Ho capito. Grazie, buonagiornata!

what

Explain your bullshit

Avete capito bene, la formazione linguistica comprovata dall’Unipa per quanto riguarda gli studenti che studiano informatica è di un inglese dal peso di 3CFU di livello A1.

È inoltre impossibilitato -pur volendo- ad inserire all’interno della propria carriera altre materie legate all’inglese perché per l’appunto, già presente all’interno del piano.

Ma a che ti serve l’inglese quando conosci la lingua dei piccy??

L’informatica è nata principalmente in paesi anglofoni; la documentazione presente online, i commenti nei sorgenti, gli IDE, i Sistemi Operativi, sono in primis localizzati in inglese e dopo -se c’è gente che ha voglia di farlo- nelle altre lingue.

L’informatica è in inglese, fatevene una ragione.

itcrowd

Come può un neolaureato in Science Informatiche uscire dall’università con un inglese comprovato di 3CFU di livello A1 ed essere pronto per lavorare in un mondo nella quale l’inglese è un buon 80% del lavoro? (Provateci voi a cercare di risolvere un bug senza saper leggere i suggerimenti su stackoverflow) Per quanto assurdo possa sembrare semplicemente: non può.

Come può una università, nel 2016, lasciare un corso di soli 3CFU in un corso d’informatica mettendo materie come “Storia della chimica” a 6CFU? (Nulla da togliere a questa materia ma professionalmente parlando, da informatico è più importante conoscere l’inglese piuttosto che la storia della chimica, che Lavoisier mi perdoni)

Centro Linguistico d’Ateneo

Semestralmente il CLA attiva dei corsi GRATUITI di livello crescente (lo scorso anno il livello più alto era il B2-C1) fatto con professori madrelingua anche molto bravi, peccato che il tutto non è pubblicizzato come dovrebbe. Non avrete certificati davvero spendibili nel mondo del lavoro, nessuno testerà le vostre conoscenze per comprovare che siete davvero un livello C1 né tantomeno saprete parlare un inglese fluente alla fine del corso -per quello ci vuole pratica e dedizione- ma quantomeno non starete fermi al livello A1 che l’Università degli Studi di Palermo vi obbliga ad avere nel vostro piano di studi.

Move your ass!

Un consiglio che posso dare a tutti è quello di non aspettare di laurearvi né tanto meno di dover cercare un lavoro all’estero o di dover studiare su dei libri per superare una materia la quale materiale è solo presente in inglese perché l’informatica è in inglese e finisce sempre così (ricorsione) per studiare l’inglese. Leggete fumetti in inglese, seguite blog in inglese, scrivete in inglese, guardate film eng sub-eng, ascoltate musica in inglese e cercate di capire le parole (o leggetevi le lyrics), in poche parole, studiate per conto vostro. Nessuno vi vieta di seguire da esterni Inglese di altre facoltà, nessuno vi vieta di seguire corsi privati.

Nel mondo lavorativo l’inglese è importante più dell’italiano nel settore IT, ad almeno il 90% dei colloqui che farete per aziende più o meno importanti li farete anche in inglese.

Un consiglio spassionato da chi ancora studia, da chi ancora non è fluente, da chi ancora ha delle lacune in inglese, da chi come voi è stato uno studente di Unipa con i tanti pro e i molti contro.

Muovete il culo.